La nostra Cucina, i nostri Viaggi e i nostri Colori

Featured, Featured, Non categorizzato, Viaggi

Salento Tour 2022 by Salsa&Merende

Salento by Salsa&Merende

Che il Salento è fantastico non c’è bisogno che ve lo dica io, no? Ma qualche posto nuovo da scoprire in questa terra ve lo voglio svelare in questo post. Alcune chicche tutte per voi!

 

Questa estate, abbiamo pianificato un viaggio dalla ns base di Casalmaggiore direzione ➡️ Puglia e più precisamente in Salento.

 

Per me è il posto dove ho passato tutte le estati da bambina e poi da ragazza, il posto che associo ai miei nonni materni e ai parenti, alle pizzate tra amici, al mare, al mare dalla mattina alla sera, al cibo che non smette mai di arrivare a tavola e a mio fratello con cui su quelle spiagge sono cresciuta.

 

Quest’ anno dopo tanti anni che mancavo qui, circa una decina, sono tornata per mostrare a Nik e Fry (il nostro cucciolo di Labrador Gigante) il mio Salento.

Da dieci anni a questa parte, questa terra è stata letteralmente assalita dai turisti e anche i paesi che vivevano prettamente del turismo locale, sono diventati parte del marasma generale della Movida salentina.

 

Tuttavia, conoscere le persone locali e avere esperienza in queste zone, ci ha permesso di selezionare luoghi e orari per goderci al meglio il nostro viaggio, che non vi nego è stato anche costellato da sfighe 😄

 

Nota: questo post racconta anche come ci siamo trovati e dove siamo andati col cane in Salento.

 

Di seguito, vi indico come ho suddiviso questa mini guida del nostro viaggio:

  1. Le nostre Tappe in Salento e Salendo

  2. Cosa mangiare in Salento

  3. Dove mangiare in Salento

  4. Cosa portare a casa dal Salento 

  5. In Vacanza col cane in Salento

 

Apprezzerei molto un tuo commento se ti è piaciuto, se ti è stato utile o se hai trovato qualcosa che non ti ha convinto.

 

Buona lettura!

 

 

  1. Le nostre Tappe in Salento e Salendo

Salento by Salsa&Merende

 

Alloggiando a Torre San Giovanni (comune di Ugento), ci siamo dovuti spostare in macchina per raggiungere i luoghi di interesse.

 

Quelli sulla costa ionica, come Gallipoli e i suoi lidi sono sicuramente più vicini e con un viaggio di circa mezzora sono raggiungibili.

 

Quelli sulla costa adriatica, come Otranto e Torre dell’Orso si raggiungono in circa un’ora, ma vale la pena assolutamente visitarli!

 

Il consiglio è suddividere i luoghi da vedere in base alla loro posizione. Per esempio, noi abbiamo dedicato una mattina alla Grotta della Poesia, proseguendo per Torre dell’orso e le due sorelle, quindi verso Otranto visitando la Cava di Bauxite e il faro di Punta Pelascia.

 

Un altro giorno, siamo risaliti verso Gallipoli passando per la baia dei Diavoli e proseguendo per Punta della Suina. In zona ci sono poi altri lidi bellissimi e famosi come Baia Verde e proseguendo ulteriormente si passa per la Marina di Nardò fino ad arrivare a Porto Cesareo, Torre Lapillo e Punta Prosciutto.

 

Partendo da Torre San Giovanni o da Gallipoli si può dedicare una giornata percorrendo in macchina la litoranea e fermandosi a Santa Maria di Leuca dove si incontrano lo Ionio e l’Adriatico, proseguendo verso lo scenografico ponte del Ciolo, e risalendo verso le meravigliose Castro e Otranto per assaporare appieno la bellezza del barocco salentino e del suo mare selvaggio.

 

Ecco i posti da non perdere:

Baia dei Diavoli – Posto Rosso (marina di Alliste)

Un luogo intriso di mistero da cui prende il suo nome. Da questa bellissima scogliera potrete raggiungere le sue acque cristalline con un bel tuffo per i più spericolati, ma anche arrivandoci a piedi. Dotatevi comunque di scarpette da roccia e anche di occhialini per immergervi nelle sue acque profonde fino a 4 metri.

Raggiungibile anche in bici o a piedi, potrete godere anche della ciclopedonale che collega Capilungo a Posto Rosso con un bellissimo percorso naturalistico sul mare.

 

Baia dei Diavoli
Baia dei Diavoli

 

Gallipoli Vecchia – La città bella del Salento

Lasciate la macchina al Porto di Gallipoli e perdetevi nei meandri di questa città sul mare.

Gallipoli deve la sua celebrità oltre che per le spiagge che la circondano, anche per i vicoli pittoreschi e le architetture in pietra bianca che trasudano la storia che le ha attraversate.

Percorrete il ponte che collega alla città vecchia e godetevi lo spettacolo delle viuzze, dell chiese ad ogni angolo e delle botteghe locali fino ad arrivare allo spettacolo della Spiaggia della Purità da cui godrete uno spettacolo meraviglioso di tutta la baia e del faro di Gallipoli.

Da provare il giro in Apecar e il trenino e ovviamente non fatevi mancare una bella mangiata di pesce!

Gallipoli e la spiaggia della Puritate
Gallipoli e la spiaggia della Puritate

Punta della Suina (Gallipoli)

Arrivate di buon ora per accaparrarvi un posto in questa spiaggia paradisiaca.

Arrivando presto potrete anche mettere la macchina all’ombra della pineta del parcheggio autorizzato (al costo di 7€ al giorno).

Una spiaggia caratterizzata da un’acqua incredibilmente chiara, facilmente accessibile e con una bellissima vista sull’isola di Sant’Andrea e il faro di Gallipoli.

Proseguendo a piedi si trova anche la spiaggia di Lido Pizzo altrettanto bella.

Avrete a disposizione sia spiaggia libera, che attrezzata tra scogli bassi e sabbia.

Punta della Suina

 

Punta della Suina

Le Spiagge di Pescoluse e Agribeach (spiaggia per cani)

Questo è stato il nostro Place to Be della vacanza.

Nonostante in Salento i cani siano ben tollerati in spiaggia, il nostro cucciolo di Labrador avrebbe scavato buche fino a trovare il centro della terra per la gioia dei ns vicini di ombrellone.

Quindi la spiaggia Eden Agribeach, adiacente alle Maldive del Salento ci ha permesso di goderci giornate al mare, senza dover rischiare la galera.

Il pro di questa spiaggia attrezzata è che a terra c’è un prato di erba e non sabbia, questo permette di far stare il cane al “fresco” e senza riempire sé stesso né noi e macchina di sabbia.

Una grande area, divisa in base alla taglia del cane (il cane viene tenuto al guinzaglio) con ombrelloni e lettini e a disposizione croccantini e acqua per i cani.

Oltre a questo una bella area di sgambamento, dove i cani possono essere lasciati senza guinzaglio, un ristoranti niente male, docce e accesso alla spiaggia dove i cani sono ammessi anche senza guinzaglio.

45 € al giorno per ombrellone e due lettini + 7 € di parcheggio con possibilità anche di fare solo mezza giornata a un costo ridotto.

Per noi la soluzione ideale in vacanza col cane, ma lo è anche per chi ha bambini e anche per chi ha il camper!

Vi lascio il link

http://www.edensalento.net

Spiaggia di Pescose (Salve)
Spiaggia di Pescoluse (Salve)

Otranto

Uno dei borghi più belli d’Italia affacciato sul mare e racchiuso da imponenti mura antiche.

Perdetevi anche qui nei suoi bellissimi vicoli, passando per il Castello aragonese e la cattedrale e il suo centro storico che vi riporterà indietro nel tempo.

Otranto

Cava di Bauxite (Otranto)

Una cava di Bauxite abbandonata, ora sito di interesse per i suoi colori eccezionali.

Parcheggiate a pochi passi dalla cava a 3€ e avventuratevi in una passeggiata di circa 5 minuti per raggiungere questo posto pazzesco.

Il contrasto dei colori è meraviglioso e la passeggiata nella pineta che lo incornicia è molto rilassante.

Si può arrivare fino all’acqua, ma non fateci il bagno. La bauxite è un materiale usato nella produzione dell’alluminio.

Cava di Bauxite
Cava di Bauxite

Faro di punta Palascia (Otranto)

Nel punto più orientale di Italia, si trova questo faro da Cartolina.

Facilmente raggiungibile in macchine e poi con una passeggiata abbastanza semplice.

In una Giornata nuvolosa come quando l’abbiamo visitato, sembrava di essere in Irlanda.

Da non perdere se siete in zona!

Torre San Giovanni e il lido Sabbioso

La nostra base per questo viaggio è stata Torre San Giovanni, una delle marine di Ugento, sullo Ionio.

Un paese del Salento non troppo conosciuto in quanto sede delle case al mare dei locali, ma che vanta spiagge lunghissime di sabbia bianca e un’acqua incredibilmente trasparente e perfetta anche per i bambini in quanto bassa.

Spiagge libere e attrezzate caratterizzano il Lido Sabbioso che si estende per diversi chilometri dal porto di Torre San Giovanni.

 

Il centro di questo paese è una lunga via affacciata sul mare che offre bar, ristoranti, negozi e divertimenti per tutte le età, lontano dalle maggiori città caotiche del Salento.

 

Oltre al mare, trovate anche cantine e frantoi da cui potrete acquistare olio e vino e fare degustazioni, come il frantoio Congedi.

Visitate poi la sede dell’azienda agricola I Contadini. Vi accoglieranno i loro pomodori essiccati al sole e sarete accompagnati dalla loro Apecar fino allo shop dove potrete acquistare i loro sughi, olio, pomodori secchi e sott’olio e molto altro.

Con annessa degustazione gratuita!

Vi lascio il link https://icontadini.it

Vendono anche online ☺️

Lido Sabbioso - Torre S. Giovanni
Lido Sabbioso – Torre S. Giovanni
I Contadini
I Contadini: Azienda agricola, Store e degustazioni di prodotti del territorio

 

Grotta della Poesia (Roca Vecchia)

Una piscina naturale sul mare in un complesso carsico di rara bellezza.

Dopo le 9 del mattino, l’accesso è a pagamento (3€ l’intero), ma se arrivate prima l’accesso è libero e godrete di una visione incredibile. Inoltre potrete anche fare il bagno senza ressa in questa piscina di acqua naturale collegata al mare.

Qui maggiori info https://www.visitmelendugno.com/notizie/area-archeologica-di-roca-vecchia-e-grotta-della-poesia-accessi-e-visite-guidate-2020/

 

Per me il posto più bello visitato in tutta vacanza! Da non perdere!

 

Torre dell’Orso e le due sorelle

Una delle più belle marine di Melendugno, la spiaggia di Torre dell’Orso vanta acque di rara limpidezza e due maestosi faraglioni: le due sorelle.

Ecco la loro Storia:

“Un tempo vivevano due sorelle dalle fattezze meravigliose: un giorno, lasciata la campagna si recarono al mare per cercare un pò di frescura e refrigerio alla calura estiva. Si recarono sulla scogliera della baia de Torre dell’Orso e lì soffiava un venticello odoroso di mare e di pini silvestri così intenso e ammaliante che la sorella più giovane si sentì sempre più atratta dal mare, sicchè catturata dalle tinte smaglianti e dell’invitante frescura senza esitare si lanciò nel vuoto in un atto disperato d’amore. Le grida della ragazza, che invano si dibatteva tra la schiuma, attirarono l’altra sorella che a sua volta si buttò nel vuoto nel tentativo di strapparla alla morte. Invano: in pochi istanti il mare si trovò a cullare due corpi inermi e senza vita… Le grida delle due sorelle furono udite da un pescatore che si recò sul luogo e scrutò il mare, ma nulla vide se non , per la prima volta, due alti faraglioni posti l’uno a fianco all ‘altro, del tutto identici, che sembravano abbracciarsi. Sulla via del ritorno, sconcertato e turbato il pescatore, per non aver mai notato prima quelle bellezze naturali, decise di chiamare quel luogo: le due sorelle”.

https://www.thevillagesalento.com/blog/la-leggenda-delle-due-sorelle-di-torre-dellorso/

Le due sorelle Torre dell'Orso

Le due sorelle Torre dell’Orso

Alberobello

Bonus Track non in Salento: Alberobello.

Risalendo siamo passati da questo incantevole borgo che vanta oltre 1500 trulli.

Uno spettacolo davvero imperdibile con il bellissimo cielo azzurro che contrasta il bianco di queste bellissime architetture antiche.

Bari

Ultima tappa della Puglia: Bari e il suo centro Storico.

Siamo andati per vedere la famosa Via delle Orecchiette in vai dell’arco basso, dove delle dolci signore si mettono per strada col loro banchetto a mostrare ai passanti come fare le paste tipiche.

Si possono anche acquistare a 2,50 € per mezzo chilo.

Cosa c’è di più autentico?

Mia zia che cucina in casa certo, ma non tutti hanno questa possibilità!

Bari vecchia e il castello Svevo
Bari vecchia e il castello Svevo

 

 

2. Cosa mangiare in Salento

I best food che non potent perdervi in Salento:

  • Cozze in tutte le salse e in tutti i modi: fritte, ripiene, crude, in guazzetto, impepate etc etc

 

  • Pasticciotti: scrigni di pasta frolla ripieni originariamente di crema e amarena.

Nostra colazione per tutta la vacanza, ma che buoni sono??

Oggi declinati con ogni tipo di ripieno sia dolce che salato: dal Pistacchio al Raffaello, dalla Mortadella al Baccalà.

Pasticciotto Pistacchio e Ricotta – Pasticceria Martinucci

 

Pasticciotto con frolla al cioccolato e ripieno al cioccolato bianco – Bar Jonio Torre S. Giovanni

 

Pasticciotto Raffaello – Bar Teatro Torre S. Giovanni (oltre a questo altri 15 gusti in questo bar 😍)

 

Pasticciotto ai 2 cioccolati – Bar Jonio Torre S. Giovanni

 

 

  • Rustici: due strati di pasta sfoglia accolgono un goloso ripieno di besciamella, mozzarella e salsa di pomodoro. Per me il migliore street food salentino!

 

 

  • Caffè in ghiaccio: a colazione, metà mattina, ma anche la sera ogni momento è buono per gustarsi il caffè in ghiaccio alla salentina con latte di mandorla. Fresco e dissetante, con la dolcezza irresistibile della mandorla e il sapore dell’amaretto.

 

Caffè salentino in Ghiaccio

 

 

  • Orecchiette: tipica pasta fatta in casa a forma di piccola orecchia, qui tutti le preparano fresche e le condiscono in mille modi: dal tipico sugo di pezzetti di cavallo, alle cime di rapa, al sugo di carne…ma non mancano le versioni di mare, al pesto…Servite con abbondante cacioricotta!

 

 

  • Fichi e ficaligne: questa terra ne produce in abbondanza e non goderne in loco è peccato!

 

 

  • Frisella: una ciambella tostata, da rinvenire in acqua e servire strofinando il pomodoro maturo e un filo d’olio. Era il tipico pasto dei contadini, oggi alla ribalta servita anche in ristoranti raffinati con i condimenti più diversi.

 

 

  • Stracciatella / Burrata: ormai ha conquistato tutti, ma perché non gustare Stracciatella e Burrata nel paese che ha dato loro i Natali? Una goduria pazzesca, da farci delle vere e proprie scorpacciate: su pasta, pizza, frise, con le verdure e chi più ne ha più ne metta.

 

 

  • Pittule: buonissime frittelle salate originariamente a base di cavolfiore, ma oggi preparate con diversi condimenti oppure usate come pane senza alcun condimento.

 

  • Polpette di qualsiasi cosa, ma soprattutto di carne, di polpo, di melanzane rigorosamente fritte!

 

  • Bombette: involtini di capocollo ripiene di formaggio, preparate sulla griglia e servite anche come street food, una droga!

 

  • Spumone: gelato tipico salentino dolcissimo e cremosissimo, servito in monoporzione. Racchiude al suo interno un cuore di Pan di Spagna imbibita di liquore e granella.

 

  • Ciceri e tria: pasta fritta e ceci. Pasta di grano duro a losanghe, bollita insieme ai ceci e servita con la stessa pasta anche in forma fritta. Un piatto molto sostanzioso e ricco di consistenze nella sua semplicità.

3. Dove mangiare in Salento

Qui di seguito i posti che abbiamo visitato e che ci teniamo a consigliarvi.

Oltre a questi vi consigliamo vivamente di informarvi sulle Sagre attorno a voi e di visitare il Mercato locale del paese dove siete. Solitamente Sagre e Mercati offrono il meglio della gastronomia salentina e offrono uno scorcio reale alla vita del Salento.

 

  • Farnari (Gemini)

Una antica residenza, restaurata mantenendo intatta la sua storia e trasformata in ristorante e relais.

Atmosfera rilassante, tra piante e pietra bianca e una cucina che davvero lascia il segno.

Piatti ben preparati con accostamenti particolari, ma che allietano ogni palato.

Provate le loro linguine al burro di Normandia, Bottarga e Cozze, ma non fatevi sfuggire gli altri piatti del menù, tutti stupendi.

La fascia prezzo è medio alta, in base ovviamente al vino scelto.

La struttura essendo anche albergo dove i cani non sono ammessi, non li ammette nemmeno al ristorante.

https://farnari.it

 

 

 

 

 

 

 

  • Trattoria La Puritate (Gallipoli)

https://trattorialapuritate.it

Una trattoria antica che si affaccia sulla spiaggia della Purità di Gallipoli. Un locale tradizionale, con tovaglia bianca e tavola ben apparecchiata.

La cucina è sorprendente nella sua semplicità. Non perdetevi l’antipasto crudo e cotto, le linguine alla Puritate, ma soprattutto i loro gamberi al sale, dolcissimi e scioglievoli.

Una poesia in tavola e un posticino davvero romantico.

Anche qui prezzi medio alti, in due abbiamo preso 1 antipasto, 2 primi e 2 secondi spendendo 50 € a testa (vino escluso).

Qui il cane non l’abbiamo portato, si mangia al chiuso ed è un posto che definirei elegante.

 

 

 

 

 

  • Farmacia dei Sani (Ruffano)

https://www.farmaciadeisani.eu

Nella bella Ruffano, in una piazzetta del centro trovate questo ristorante vincitore di 4 ristoranti e acclamato dalla critica per la sua Chef.

La cucina di questo ristorante propone piatti sperimentali e accostamenti interessanti, provate il loro antipasto di cipolle arrosto e il loro uovo fritto, non perdetevi nemmeno gli spaghetti pistacchi e colatura di alici!

Anche qui fascia medio alta, sui 50 € a testa per 2 primi e due secondi vino escluso.

La prenotazione va fatta per tempo sul loro sito internet.

Il cane qui è stato accolto con molta gentilezza, anche se avremmo voluto lasciarlo a casa.

 

 

 

 

 

  • Friggitoria del Porto (Torre S. Giovanni – Ugento)

https://www.pescheriadelporto.com

La friggitoria del porto di San Giovanni, locale accogliente in riva al mare, offre piatti semplici preparati al momento con i prodotti della pescheria adiacente.

Arrivando crocettate quello che volete sul menù, pagate e aspettate chiamino il vostro numero!

Prezzi molto onesti e location molto piacevole e ovviamente ottimo pesce: dai fritti, alle pasta, fino ai secondi alla griglia.

Circa 15 € a testa per 2 antipasti e due primi con 1/2 litro di vino incluso.

 

 

  • Pizzeria Azzura (Torre S. Giovanni)

Un ristorante sul corso di Torre San Giovanni che offre pizze gourmet e tanto altro.

Posto adatto a famiglie e una pizza alla napoletana fragrante e ben condita!

Attenzione, perché la bontà di questa pizza è sulla bocca di tutti e troverete una fila scorrevole all’ingresso!

 

 

  • Roots (Scorrano)

https://www.pellegrinobrothers.it

Per questo locale avevamo alte aspettative, dato che i proprietari sono i fratelli Pellegrino del celebre Bros’ a Lecce.

Nella rurale Scorrano, questo ristorante immerso nel verde si presenta elegante, ma accogliente.

Tavoli all’aperto e personale attento.

Non ci è stato portato il menù, ma ci è stato detto che c’era un menù fisso (che scopriamo dopo a 40€ a testa bevande escluse) composto da antipasti misti, un primo e un dolce a testa.

Ti portano tanti antipasti tipici, alcuni interessanti come il pane caldo, e altri di cui siamo rimasti perplessi come le zucchine grigliate e i pomodori a fettine.

Per i primi, troviamo le orecchiette al sugo di carne molto buone, ma le sagne scelte da Nik sembrano alla panna e non sono cotte.

Per carità ogni posto ha i suoi giorni no, però non ci ha stupito molto se non per la bella atmosfera.

Anche qui abbiamo portato il cane e avremmo evitato, ma c’è stata una buona accoglienza.

 

 

 

 

4. Cosa portare a casa dal Salento:

 

  • Taralli
  • Pucce
  • Pane Pugliese
  • Olio e Olive
  • Capperi di Racale
  • Sottaceti
  • Biscotti della salute
  • Pomodori Secchi
  • Pasta del Pastificio Cavalieri (azienda e spaccio a Maglie)
  • Cioccolato di Maglio (Maglie)
  • Dolcetti di Ascalone https://pasticceria-andrea-ascalone.business.site
  • Ceramiche tipiche come il Pumo Pugliese, simbolo buonaugurale ricco di storia e tradizione. Ispirato al culto della dea romana Pomona, ricorda la nascita di un fiore o di un frutto. Questo bocciolo di ceramica, quindi, simboleggia la purezza di un germoglio, la capacità di rigenerazione, la fecondità e la ricchezza.

 

 

5. In Vacanza col cane in Salento

Banalità a parte, prima di partire per un viaggio contattate il vs veterinario e verificate se la vs destinazione prevede obbligo di vaccinazioni o documenti particolari.

Ricordate di portare con voi sempre il libretto delle vaccinazioni del cane e ovviamente di chipparlo.

Noi prima di partire gli abbiamo messo la consueta dose di Advantix che protegge il cane sia da parassiti come pulci e zecche, sia pappataci portatori di Leshmaniosi. Per quest’ultima abbiamo provveduto anche al vaccino, in quanto Advantix non copre al 100% contro questa malattia, che può essere mortale per il cane.

Arrivati in Salento, abbiamo notato che ci sono pochissimi spazi verdi dove poter lasciare libero di sgambettare e gli spazi pubblici dove il cane potrebbe sgambettare sono sporchi e pieni di immondizia.

Per carità non è un commento generale, è solo che quello che abbiamo notato noi, soprattutto perché il ns Labrador si mangerebbe qualsiasi cosa e l’immondizia non fa eccezione.

Per ovviare a questa cosa, abbiamo fatto fare al cane diverse passeggiate durante il giorno in ore non troppo calde in quanto l’asfalto può rovinargli le zampette e gli abbiamo permesso di fare i suoi bisognini anche per strada (ahimè).

Per la pipì portatevi dietro una bottiglietta di acqua, per “diluire” la pipiino nel caso gli scappi davanti a casa di qualcuno.

Per la grossa, portatevi gli appositi sacchetti per mantenere un ambiente pulito (ma sono sicura li abbiate sempre con voi).

Oltre al discorso bisognini, vorrei dedicare 2 righe al discorso “Cane al mare”. 

Sebbene sulle spiagge della costa Ionica, i cani siano ben tollerati. Se avete un cane iperattivo come il nostro, la situazione può essere diversa: avrebbe scavato buche tutto il giorno e estirpato l’ombrellone per ogni foglia che passava, rendendo l’esperienza spiaggia poco rilassante.

Oltre a questo, sebbene ai Labrador, il ns incluso, piaccia l’acqua, al nostro piaceva anche troppo e cercava tutto il tempo di mangiarla.

La conseguenza di questa abbuffata di acqua di mare  purtroppo è una bella scarica di lì a poco, per la poca gioia del cane, del padrone e dei passanti che vedono la scena.

Riguardo all’acqua normale, ricordate di tenere idratati i vostri cagnolini e che loro soffrono il caldo come noi se non peggio. Una ciotola portatile sempre pronta all’uso e acqua fresca sempre con voi saranno la vostra salvezza e quella del vs amico peloso.

Per evitare ciò, abbiamo evitato i bagni al cane e abbiamo optato come dicevamo per una spiaggia apposita per cani, come agribeach di cui parlavamo sopra.

Per quanto riguarda i ristoranti e i bar, essendo la maggior parte all’aperto accolgono i cani senza problemi. Per educazione chiedete comunque al ristorante se i vostri pelosetti sono ben accetti prima del vs arrivo.

Come ultima nota voglio dire che abbiamo organizzato la vacanza in modo che sia per noi che per il cane non fosse stressante. Svegliandoci presto e raggiungendo i luoghi d’interesse prima che ci fosse troppo caldo e arrivasse tutta la ressa, cosa che consiglio anche a voi per godervi gli spettacoli del Salento, soprattutto in Agosto!☺️

 

 

Cosa portare con voi per una serena vacanza in Puglia col vs cane:

  • Cremina emolliente e riparante per le zampe del cane
  • guinzaglio e collare (anche uno di scorta)
  • museruola
  • asciugamani in microfibra per il cane
  • ossa
  • premietti
  • rete per la macchina
  • coprisedile per cani

Conclusione:

Il Salento è una terra bellissima, piena di tesori da scoprire, di terre aride e acque selvagge. Tutti possono trovare il loro stile di viaggio ideale qui, che siate amanti della pesca, dell’abbronzatura, degli aperitivi o che siate mangioni professionisti.

Agosto purtroppo è il momento sbagliato per andare via, ma non desistete organizzatevi giorno per giorno e vedrete che andrà tutto bene!

Noi ci siamo divertiti un mondo e siamo stati felici di avere il nostro Fry con noi, purtroppo non siamo riusciti a fare tutto quello che volevamo perché ce la siamo vissuta rilassata, ma sapete una cosa?

Questo ci lascia un buon motivo per tornare e vedere tutto quello che siamo persi!

 

 

Buone vacanze!!

 

 

 

Miscellanee:

 

 

 

Salento by Salsa&Merende

 

Potrebbe interessarti..

Patatas Bravas con Salsa Brava e Allioli

Se amate le patate in tutte le salse, non perdetevi queste Patatas Bravas super croccanti e saporite direttamente dalla Spagna!

Pranzo di Natale in 2 Ore 🎄

Cucinare tutto il pranzo di Natale può essere stressante e complicato, per questo vi lascio le nostre ricette salva tempo e salva fatica. Dall'antipasto al dolce queste idee faranno contenti tutti, lasciando a te che cucini il tempo di preparare tutto in anticipo e goderti il pranzo a suon di brindisi e cinquine. Tombola!

Purcidduzzi di Mamma Antonia

I purcidduzzi, come li chiamano in Salento, sono una di quelle ricette di una volta, capaci di unire attorno a un tavolo tutta la famiglia e senza che nessuno stia con le mani in mano.

Crostino di Zucca

Aperitivo | antipasto

Cambiate la vostra giornata da così a così e provate anche voi questi crostini autunnali e buonissimi (Super Easy!)

I Nostri Preferiti
Patatas Bravas

Patatas Bravas con Salsa Brava e Allioli

Portate